Località Siracusa

SIRACUSA

Sulla terraferma, nell’antico quartiere greco della Neapoli, ora Parco Archeologico della Neapoli, si trovano i principali resti archeologici. Tra questi, di particolare interesse è il Teatro Greco (V secolo a.C., ma adattato in epoca romana), massimo monumento del genere giunto a noi dall’antichità greca, opera dell’architetto Damocopos e scavato quasi interamente nella roccia. Ai margini meridionali della zona si trovano le Latomie, grandi cave di pietra che fornirono il materiale per la costruzione dei monumenti, trasformate oggi in giardini. La più famosa è quella del Paradiso, nella quale si apre l’orecchio di Dioniso, grotta artificiale celebre per la sua straordinaria proprietà di amplificare i suoni. Le opere arcaiche in scultura (fra cui il Kouros) e altri documenti provenienti dagli scavi sono custoditi nel Museo Regionale, uno dei più importanti in Italia per le ricche collezioni di materiale preistorico, greco, romano e paleocristiano proveniente da tutta la Sicilia. Nei dintorni della città sorge il Castello Eurialo (402-397a.C.), costruito a difesa contro i Cartaginesi, la più bella e completa opera militare dell’epoca greca. Oggi consta di due parti: il maschio, la fortezza quadrangolare ricostruita in età bizantina a difesa della minaccia araba, e il recinto orientale, di forma irregolare.

Famosa città della costa orientale, situata sopra un isolotto (Ortigia) e sull’adiacente costa. Fondata nel 734 a.C., fu la più potente colonia della Magna Grecia fino alla sua conquista da parte dei Romani nel 212 a.C. Attualmente è un centro archeologico di straordinaria importanza per la conoscenza della antica civiltà ellenica. Sull’isola di Ortigia sorge il Duomo, edificio eretto nel VI secolo adattando e trasformando l’antico tempio dorico di Athena e a cui venne aggiunta da A. Palme la facciata barocca nel 1728-54. L’interno basilicale, a tre nevate, fu ottenuto chiudendo gli spazi tra le colonne dell’antico tempio.

VINI

Vitigni raccomandati Uve bianche: Ansonica, Catarratto bianco comune, Catarratto bianco lucido, Damaschino, Grillo, Malvasia bianca, Montonico bianco, Moscato bianco, Trebbiano toscano. Uve nere: Calabrese, Frappato di Vittoria, Nerello mascalese, Nocera. Vitigni autorizzati Uve bianche: Albanello, Grecanico dorato, Vernaccia di San Gimignano. Uve nere: Barbera, Perricone. Vini Cerasuolo di Vittoria; Moscato di Noto Naturale; Moscato di Noto Spumante; Moscato di Noto Liquoroso; Moscato di Siracusa.

GASTRONOMIA

La città di Siracusa si affaccia sul mare ed è circondata da una piana fertile coltivata intensamente per la produzione di agrumi, e di ortaggi. Vi è quindi alternanza di piatti marinari e contadini in egual misura. Di grande qualità è l’offerta ittica: orate, spigole, riccioli, aragoste, gamberi, tonni e pesci spada. Fra i prodotti della terra sono da ricordare finocchi, carciofi, cavolfiori, piselli, pomodori, arance, limoni e mandarini.

You may also like