Cose Nuove A Castel Maggiore

È stata presentata l’altra sera a Castel Maggiore la Lista civica Cose Nuove’. La nuova formazione nasce dalla libera aggregazione di cittadini provenienti da percorsi politici e culturali diversi, uniti dal comune impegno di trovare una risposta concreta ai numerosi problemi del territorio. Leader dello schieramento, che si tira fuori delle normali classificazioni politiche, è Francesco Bestetti, 53 anni e insegnante di lettere presso la scuola media di Castel Maggiore. Presenti in lista, in ordine alfabetico: Giovanna Battistini, 39 anni, insegnante d’inglese; Annalisa Bondì, 24 anni, studentessa; Sergio Bonfiglioli, 57 anni, pensionato, ex consigliere, ex assessore al commercio e alle attività produttive e segretario locale del Pci dal 75 al 77; Stefano Borsari, 32 anni, imprenditore e consigliere comunale uscente; Carlo Antonio Caranza, 49 anni, manager d’impresa e docente di marketing presso l’Università di Genova; Giovanni De Vita, 42 anni, imprenditore; Maria Adelia Frigerio, 45 anni, pensionata impegnata sul fronte del volontariato; Sandra Fustini, 42 anni, libera professionista; Moira Mazzini, 33 anni, impiegata tecnica; Ivan Olmi, 27 anni, studente; Fabrizio Passarini, 26 anni, ricercatore universitario e presidente dell’associazione Cose Nuove’; Enrico Pizzi, 35 anni, commerciante; Luca Prodi, 33 anni, docente universitario e consigliere comunale uscente; Francesca Rossetti, 29 anni, sociologa e coordinatrice del gruppo artistico La Matita’; Angela Russo, 31 anni, impiegata amministrativa; Marco Tagliavini, 34 anni, ingegnere; Romano Tolomelli, 56 anni, commerciante, vice presidente dell’Ascom di Castel Maggiore e vice presidente della Pro Loco; Ivo Valentini, 50 anni, agente di commercio; Daniela Volta, 38 anni, insegnante; Barbara Zucchini, 40 anni, imprenditrice. “Siamo la riproposizione di una lista civica che si presentò già quattro anni fa. La formazione è costituita da un nucleo storico che si è ulteriormente arricchito spiega Borsari Le nostre origini partono dal mondo del volontariato e da quello cattolico anche se abbiamo sempre rifiutato qualsiasi etichetta. La lista presentata quest’anno vede la partecipazione dell’associazionismo locale, del mondo dell’imprenditoria, della scuola, del volontariato e degli scout. Abbiamo avuto, nella fase preparatoria di questi ultimi mesi, anche dei contatti con il Comitato dei cittadini contro il piano del traffico, che ha raccolto 1500 firme contro l’impostazione del piano urbano generale del traffico e che sono ufficialmente nostri fiancheggiatori pur non essendo in lista”. Cose Nuove’, oltre ad aver formato una lista civica, si è costituita come associazione, per promuovere una formazione culturale di stampo politico, “per riscoprire continua il consigliere comunale uscente il valore della politica come bene comune, per riscoprire il senso della partecipazione, del dialogo e del confronto, per non stare più alla finestra, ma per agire in prima persona sul territorio”. Il programma, sostiene Bestetti, è estremamente concreto, fatto su misura per Castel Maggiore e per le sue problematiche. L’obiettivo finale è di ricostruire l’identità del paese, creando un rapporto osmotico con la cittadinanza, riproponendo spazi di aggregazione verso i quali indirizzare attività ed interessi. Far riscoprire, insomma, al cittadino di Castel Maggiore la sua tradizionale laboriosità ed operosità, ben sintetizzate dall’immagine dell’ape, presente nello stemma comunale e assurta a simbolo di Cose Nuove’.

You may also like