Splendour Of The Seas: Il Lusso In Crociera

di Veronica Terzi Benni

Poche posti al mondo concedono spazi così ben curati e lussuosi come la nuova ammiraglia della Royal Caribbean: la Splendour of the Seas.

La crociera, si sa è una vacanza un po’ particolare, non fosse altro per il fatto che il turista spende il suo periodo di relax su un oggetto che solca i mari del mondo dispensando emozioni davvero uniche. Ma le crociere differiscono le une delle altre non solo per le diverse mete che si scelgono, ma anche e soprattutto, per la nave sulla quale ci si imbarca.

Chi decide di salire sulla Splendour ha già optato per una vacanza da sceicco. Lunga 264 metri e con 69 mila tonnellate di stazza lorda, la nave della Royal Caribbean vanta il primato della maggior estensione di vetrate tra le imbarcazioni da crociera. La luce naturale del sole è solo una delle fonti che fanno risplendere le bellezze di questa nave. Gemella della Legend of the Seas, varata la scorsa primavera, la Splendour ha un potenza tale da consentire una velocità di 24 nodi (niente male per una nave da crociera). Tra le attrazioni della Splendor sono da segnalare: un modernissimo teatro con una acustica che fa invidia a quelli della terra ferma, ristorante con vetrate alte sei metri, piscina, solarium con una speciale copertura che si apre e si chiude a seconda delle condizioni atmosferiche e un romantico osservatorio per guardare le stelle. Inoltre per gli sportivi, la Splendour mette a disposizione un incredibile campo da golf con ben 18 buche, certo non si tratta di un green professionale, ma è un ottimo passatempo anche per i più esperti.

Nei programmi della Splendour per quest’estate ci sono mete europee, Spagna, Scandinavia, Isole Britanniche, ex Unione Sovietica ma anche Italia e Costa Azzurra. Le quote per …

Cliffs Of Moher

Luogo: Cliffs of Moher, Costa occidentale, Contea di Clare

Tempo: come sempre, il mutevole clima irlandese, rorido di pioggia e prodigo di…

Fuoco E Artificio Sulla Fine Dell’estate

di Mark Perna

L’estate stava volgendo al suo termine, concedendo un inaspettato fine settimana di caldo sole, tiepido mare e aria fresca e tersa.

La fine di una stagione porta sempre con se sentimenti contrastanti, e in questo caso il rammarico era per i giorni dell’ozio e dello svago spensierato, ma al tempo stesso la curiosa e trepidante attesa di un autunno ricco di novità, compensava almeno in parte, quella sottile malinconia.

Non c’è niente di meglio che trascorrere con un gruppo di amici allegri e disponibili alcuni momenti d’incontro e comunione, occasioni ritagliate nella scontata quotidianità per crescere confrontandosi.

Così decidemmo di fuggire da una Milano fin troppo impersonale e raggiungere un luogo incantato…una casa accogliente con vista sul mondo.

Il fine settimana si preannunciava interessante, ma nessuno di noi credeva potesse diventare uno dei nostri ricordi migliori. A rallegrare lo spirito e la compagnia erano: Lisa, Tita, Chiara, Bea, Natalia, Giogiò ed Alfio, un gruppo strepitoso, unito da un legame autentico e sincero.

La clemenza del tempo ci aveva accolto con sorprendente benevolenza e il caldo del sole sulla pelle riusciva a riscaldare anche i nostri animi più chiusi o ribelli.

Il desiderio di stare insieme e di divertirsi era forte almeno quanto l’aroma del placido mare che ci avvolgeva la vista, innalzato a noi dal fresco vento che soffiava da terra.

Non potevamo chiedere di più, ammettere di essere stati fortunati, per alcuni era la giusta ricompensa delle proprie fatiche, per altri una grazia divina e per altri ancora il semplice effetto dell’alta pressione. Restava il fatto che quelle giornate erano senza esagerare le migliori di tutta l’estate, e questo non poteva che rendere quel fine settimana unico e irripetibile.

Oltre ai nostri motivi personali, la ragione di quel breve viaggio era una manifestazione dalle antiche radici …

Trekking Sull’himalaya

di Antonella Pipero

Il trekking è un tipo di vacanza molto particolare, che richiede buona preparazione fisica, psicologica e culturale, destinato ad un viaggiatore appassionato, determinato, deciso anche a resistere alla fatica ed alle difficoltà pur di appagare un desiderio profondo e remoto. Non esistono limitazioni di sorta – a parte una buona condizione fisica generale – per chi desideri provare il trekking, ma indubbiamente bisogna essere pronti ad affrontare disagi e scomodità, avere un buono spirito di adattamento. A questo punto si è pronti per partire: basta scegliere una delle tante affascinanti destinazioni sulle vette più alte e silenziose del mondo.

Il regno del trekking non può che essere il Nepal, la patria dell’Himalaya, dove gli itinerari tra vallate nascoste e montagne inaccessibili si possono percorrere solo a piedi, dove il verde delle foreste e delle risaie si alterna al bianco delle cime innevate, dove gli abitanti vi accoglieranno sempre con un sorriso.

Una delle regioni nepalesi aperte al trekking più recentemente è quella del Mustang, un’area scoperta solo negli anni Sessanta e pertanto sconosciuta alla gran parte dei turisti, ancora avvolta nella leggenda, misteriosa. Il viaggio dura diciannove giorni, quattordici dei quali di cammino; l’itinerario è in quota ed impegnativo. Da Katmandu si raggiunge Jomoson e da qui dopo due giorni di cammino si arriva a Chaile (3400 m). Altra ascesa su un facile colle che porta a quota 3900 m, da dove si gusta una splendida veduta sull’Annapurna, quindi sosta al villaggio di Thyanboche. Il percorso prosegue poi attraverso i villaggi di Geling e Gemi, fino alla seconda città del Mustang, Tsarang ad un’altitudine di 3900 m. Dopo averla visitata si riparte, si attraversa un piccolo deserto, si supera un colle e ci si trova davanti la capitale della regione, l’austera Lho Manthang, chiusa da bastioni che …

Mostre E Itinerari Per Scoprire Il Tirolo E Il Burgenland

di Sarah Tremonti

“10 percorsi sulle tracce di Massimiliano I” e “Alla scoperta del Burgenland – musiche e mostre per il Millennio”, questi sono i titoli delle iniziative organizzate in Austria per festeggiare i 1000 anni dalla nascita di questa nazione europea che dista solo pochi passi dal nostro confine nord-occidentale. Una serie di mostre e curiosità, per fare festa insieme e per conoscere due regioni tra le più belle dell’Austria: il Tirolo e il Burgenland.

A partire dal 15 di giugno, il sepolcro monumentale nella Hofkirche (Chiesa di Corte) di Innsbruck è il punto di partenza dei dieci percorsi riguardanti la figura di Massimiliano, umanista e autentico principe rinascimentale che negli anni intorno al 1500, nel periodo di passaggio fra il Medioevo e l’Era Moderna, partendo da Innsbruck pose le basi della politca europea degli Asburgo. Le grandi commitenze artistiche dell’Imperatore, i suoi disegni politici, come d’altronde anche il profondo legame che lo univa alla città sull’Inn e alle vallate tirolesi, verranno efficacemente rievocati sulla base di monumenti, luoghi e atmosfere originali, altre naturalmente alle numerose opere d’arte presenti nei diversi musei e collezione.

Ciascuno dei dieci percorsi, della durata di un giorno, è ispirato ad un tema: Gusto artistico e autorappresentazione , La Vita di Corte e Tornei e Armamenti sono i temi dei tre percorsi di Innsbruck.. Tra gli altri temi troviamo Le Grandi Famiglie Minerarie , la Città dell’Argento e L’Eredità dei Conti di Gorizia .

Inoltre, sarà possibile prosegiore la visita in Alto Adige e nel Trentino fino a lambire la privincia di Verona, dove verranno illustrati i luoghi che furono teatro dell’endmico conflitto con Venezia.

Per informazioni: Segreteria degli Itinerari Mostra del Tirolo, tel.0043/512/588280.

Eisenstadt invece, capoluogo della Regione del Burgenland, dedica anche quest’anno un Festival a Joseph Haydn, compositore che per ben 30 …

Crociera Al Circolo Polare Artico

di Mark Perna

Meta insolita quella del Circolo Polare Artico, soprattutto controcorrente rispetto alle località generalmente raggiunte dalle crociere più frequentate. Questa constatazione è tuttavia un elemento di forza del viaggio proposto dall’Artic Team Seiviaggi, che ha preparato una splendida crociera ai confini del mondo, nella terra dei ghiacci galleggianti e della neve perenne. Proprio quando tutti vanno a prendere il sole, la nave dell’Artic Team sonda il mare freddo del nord, proponendo nuove ed esclusive emozioni a chi vuole cercare un contatto con una natura diversa ma ugualmente intrigante.

La crociera inizia con la visita della graziosa cittadina di Nuuk, in Groenlandia, prima meta per prendere confidenza con un sistema di vita fortemente caratterizzato da un clima non certo mediterraneo. Non mancheranno le curiosità come la visita all’Ufficio di Babbo Natale o il Museo Nazionale della Groenlandia dove sono custodite le mummie eschimesi. Il contatto con la natura si avrà invece a Qoornooq, questo insediamento ricco di fauna selvaggia verrà raggiunto con la motobarca seguendo le coste frastagliate del fiordo. Una volta superata la linea del Circolo Polare Artico, la crociera prevede due soste brevi a Manitsoq e Sisiminut e un pernottamento a Qasigiannguit. La cultura della gente del posto sarà svelata ai viaggiatori durante il contatto con la piccola comunità di 80 persone che vivono nel piccolo insediamento di Oqaitsut/Rodebay e il magico incanto del sole di mezzanotte si aprirà ai vostri occhi tra i riflessi irregolari degli iceberg che si staccano dal maestoso Ice Cap. La crociera termina con un soggiorno a Kangelussuaq, deliziato dalla vista al Lago Ferguson, habitat naturale di renne e buoi muschiati.

Lontano dal mondo civile, in questa terra così fredda e distante non sarà difficile capire quanto è sorprendente la natura, e chi avrà l’occasione di fare questo viaggio non mancherà di …

Viaggi Studio Nelle Citta

a cura di Federica Valtolina

L’estate è alle soglie e già si respira un’aria di vacanza, un desiderio di partenza, di evasione, di venire a contatto con paesi e culture nuove. Soprattutto adesso che siamo in clima di Europa unita e di abbattimento delle frontiere, la possibilità di apertura e comunicazione diventa sempre più una necessità.

Allora, perché non sfruttare quelle settimane di assoluta libertà estiva, cercando di conciliare la visita di una delle meravigliose città del nostro continente, con lo studio o l’approfondimento di una lingua straniera, ormai sempre più indispensabile?

E, dal momento che, non tutti sono disposti ad impiegare il proprio preziosissimo tempo libero per inseguire il puro divertimento fine a se stesso, ecco l’idea di un viaggio che racchiude in se’ la possibilità di crescere interiormente e riscoprire, sotto una luce nuova, le grandi città europee, con l’intento di immergervisi totalmente, in modo da “viverle” e conoscerle sotto tutti i loro aspetti.

Ogni soggiorno all’estero è sempre e comunque, un’occasione per entrare in contatto diretto con un ambiente nuovo e con persone provenienti da tutto il mondo, con cui condividere esperienze e progetti. Inoltre, la buona conoscenza di una lingua, oggi, sembra veramente essere un’esigenza sentita da tutti, non più un’esclusiva per pochi eletti: un requisito fondamentale per competere in un mercato del lavoro, non solo nazionale, ma europeo.

Il modo migliore per conciliare tutti questi aspetti, non trascurando, ovviamente, una giusta dose di divertimento, è quello di trovare una buona scuola di lingue nella città che più si avvicina alle vostre esigenze. Esistono corsi e proposte per ogni livello: da quelli per i principianti assoluti fino ai livelli più avanzati. Si può decidere poi se si desidera privilegiare lo studio o puntare di più sulla vacanza: mille altre varianti possono intervenire sul tipo di scelta, …

Botswana, Sogno Africano!

di Mark Perna

Il Botswana è uno degli ultimi inesplorati paesi dell’Africa, e come visitatori di questa nazione possiamo ancora godere il privilegio di assistere ad uno spettacolo della natura modificata solo in piccolissima parte dall’uomo.

Il clima tropicale accoglie il turista con lo stesso energico slancio dell’azzurro cielo che si trasforma nel rosso fuoco del tramonto, allietato da una leggera e piacevole brezza. Il volo degli uccelli esotici si confonde sullo sfondo dei fiori che nascono spontanei tra il passaggio di elefanti, giraffe, antilopi e zebre, impegnati a solcare i lunghi e selvaggi tragitti della campagna.

Chi avrà la fortuna di viaggiare in questa terra africana, potrà scoprire il fascino dei suoi contrasti, dalle paludosi acque intorno Okavango Delta, alle grandi piscine bianche di sale, un tempo abitate da laghi ora prosciugati, alla vasta vegetazione che confina con il deserto arancione del Kalahari.

Nonostante si tratti di una terra ancora per molti versi selvaggia, in Botswana è possibile coniugare il comfort di alberghi assolutamente di livello ad avventure eccitanti nel cuore del paese. Ovunque ci si rechi, si potrà verificare la proverbiale disponibilità e accoglienza di questo popolo fiero e onesto.

Sia il Governo che la stessa gente, sono impegnati con convinzione al fine di preservare lo stato naturale e autentico del loro paese. Oltre il 17 per cento del territorio nazionale è stato posto sotto gli stretti vincoli dei Parchi Nazionali e delle riserve di caccia, e questa percentuale risulta essere la più alta di tutti gli altri paesi africani.

Il Botswana si caratterizza per un patrimonio naturale considerevole, ad iniziare dal Okavango River, il fiume che scende dall’Angola e che raggiunge i confini settentrionali del paese. Il corso d’acqua si snoda in una terra vasta e piana che nell’area del delta impressiona per la sua bellezza. Affrontare …

Oktoberfest

Programma eventi

“Lo zaffo è tolto!” Con queste solenni parole, pronunciate dal sindaco della città di Monaco nello spillare la prima botte di birra, ha ufficialmente inizio l’Oktoberfest.

Sabato 19 Settembre, alle ore 11.00, è previsto il primo, grande spettacolo della grande festa di Ottobre: l’ingresso nella Theresienwiese degli osti, dei loro parenti e delle rappresentanze delle birrerie, tutti vestiti rigorosamente con costumi tradizionali, a bordo di splendide carrozze adornate di coloratissimi fiori, ingresso anticipato da una sfilata degli stessi personaggi per le vie del centro di Monaco.

Preceduti dal “Münchner Kindl” a cavallo e dalla carrozza del borgomastro, partecipano a questa grandiosa sfilata anche i complessi musicali che allieteranno con le loro note le serate dei visitatori, le cameriere su carri addobbati trainati da cavalli e i parenti dei gestori delle birrerie. Complessivamente, sono circa mille le persone che prenderanno parte a questa suggestiva festa di apertura dei festeggiamenti. Per la serata di sabato 19 settembre è previsto, alle ore 20.00, un altro bellissimo spettacolo: il Folklore International, che quest’anno compirà il trentesimo compleanno. Circa 600 artisti provenienti da tutta Europa si danno appuntamento presso il Circus Krone Building, situato in Marsstrasse 43, e daranno prova di sé stessi in molte discipline, dal canto alla danza, dalla musica alla riproduzione di tipiche usanze locali. Herbert Haniko è il grande maestro di questa suggestiva cerimonia, organizzata in collaborazione con il noto giornale tedesco Süddeutsche Zeitung: la durata dello spettacolo si aggirerà intorno alle due ore. Se volete un’idea dei prezzi dei biglietti d’ingresso, eccovi accontentati: si va dai 20 ai 32 marchi, una cifra che vale sicuramente la pena di essere spesa per assistere a questa grande festa folcloristica.

Altri appuntamenti da non perdere sono quelli previsti il 20 e il 27 settembre, la seconda domenica dell’Oktoberfest.

Domenica 20 Settembre, …

Guatemala

Facciamo tredici in Guatemala

Due itinerari Touring per visitare il Paese centroamericano: uno lungo la ruta Maya giunge fino in Honduras, l’altro comprende anche il Messico ed è dedicato alle civiltà scomparse del Mesoamerica

Per fare conoscenza non solo delle civiltà dell’America centrale, ma anche della sua natura e delle spiagge, il Touring ha messo a punto due proposte di viaggio di 13 giorni, distinte tra loro ma con un elemento in comune: la visita del Guatemala.

Il primo itinerario, La ruta maya, che parte e arriva a Città di Guatemala, non si accontenta di toccare le più importanti località, ma offre pure uno spaccato della vita locale attraverso i coloratissimi mercati, da sempre fulcro dell’attività commerciale e sociale del Paese. E non basta: il viaggio si conclude in bellezza, con una puntata agli atolli del Belize e in Honduras. In questo modo ci si può veramente fare una buona idea delle aree maya da tutti i punti di vista. Così nei primi quattro giorni si passa dal mercato e dalle piantagioni di caffè di Antigua al lago Atitlàn, sul quale si fa una minicrociera. Si visitano poi il famoso mercato di Chichicastenango, con la bella chiesa di Santo Tomàs; il villaggio di San Francisco el Alto e le costruzioni coloniali più antiche del Guatemala a Quezaltenango.

Nei giorni seguenti sono previste altre visite ai tradizionali mercati guatemaltechi: come quello di Zunil, un villaggio sulle sponde del fiume Salamà, e quello ortofrutticolo di Almolonga. Non poteva mancare una gita a Momostenango, per ammirare gli splendidi tessuti policromi prodotti dagli artigiani locali, e al villaggio indio di Totonicapàn. Si rientra a Città di Guatemala, per trasferirsi in aereo, il giorno dopo, a Flores e di lì al grandioso sito di Tikal, la zona archeologica maya più importante del Paese. Dalla capitale …

Fai Canestro Con Il Risparmio E Scia In Liberta’

di Mark Perna

Sport e tempo libero sono da sempre aree di grande consumo, dove sia giovani che anziani investono gran parte delle loro risorse in termini economici e di tempo. Le esigenze di svago e divertimento giustificano in buona misura questa tendenza, tuttavia gli utenti hanno recentemente dimostrato una attenzione particolare nella scelta delle offerte a loro proposte. Si potrebbe sostenere che la gente abbia compreso meglio i propri gusti e le proprie esigenze e che abbia dunque raggiunto un grado di maturità sufficientemente adeguato, ma non altettanto si può affermare per quanto riguarda la risposta del mercato, troppe infatti sono ancora le speculazioni e le trappole alle quali si va incontro. Sebbene i racconti di storie di truffe e insoddisfazioni riempiano costantemente le bocche del rassegnato cittadino, non tutto sembra procedere verso l’inevitabile declino.

Partendo dall’esperienza anglosassone e muovendosi da un mercato diversificato e complesso come quello americano e canadese, la società Entertainment Passcard ha messo a punto una serie di iniziative che hanno già riscontrato un ottimo successo di pubblico e raccolto pareri decisamente favorevoli da parte degli operatori. In pratica si tratta di una offerta fondata sui free benefits ovvero acquistando un servizio ad una certa cifra, viene dato in omaggio uno o più servizi che coprano o addirittura superino il valore della spesa effettuata. Per spiegarmi meglio porterò qui di seguito l’esempio di una vantaggiosa offerta che coinvolge due sport molto amati: la pallacanestro e lo sci.

L’offerta Stefanel Milano-Adamello Ski realizzata dalla Entertainment Passcard consente con un costo di appena 49 mila lire di avere in omaggio 1 biglietto (valore massimo di 70 mila lire) da utilizzare per qualsiasi partita in promozione per i settori parterre, poltrone, tribuna e curva numerata della squadra milanese e 17 biglietti omaggio con la formula 2×1 (acquisti 1 …

Copenhagen Da Scoprire

Incontrare una città richiede la stessa predisposizione emotiva di quando si incontra una persona. Più la persona è sconosciuta, più si creano aspettative e visioni.

Così d’incanto, quando s’incontra Copenhagen, l’emozione viene stemperata dalla suggestione del nuovo e dal fascino riservato della leggerezza e della sorprendente ospitalità.

Sebbene si tratti di uno scenario del tutto nuovo rispetto al nostro paese, questa città nordica fa sentire subito a proprio agio. Sono probabilmente i colori brillanti, l’aria tersa e leggera o i volti concilianti e sorridenti dei danesi a rendere l’impatto con la città estremamente morbido e rassicurante.

Copenaghen, che in danese significa

“porto dei mercanti”

, è una città sorprendente. Costituita da vecchi quartieri, strade pedonali, piazze animate, monumenti magnifici, edifici ben preservati, castelli fiabeschi, negozi esclusivi, bar accoglienti viene, infatti, definita come il Mezzogiorno della Scandinavia. Grazie alla sua posizione insulare, che funge da cerniera tra la costa baltica dell’Europa centrale e la sponda meridionale svedese, Copenhagen è una città vivace e informale, piena di libertà, divertente e cosmopolita. E’ anche la più colta capitale scandinava con un’università vecchia di

5 secoli. Non a caso Copenhagen è stata nominata Capitale Culturale Europea

per il 1996.

Città efficientissima che basa sulle virtù civiche dei cittadini il proprio buon funzionamento e il livello di qualità della vita, Copenaghen può fregiarsi a pieno diritto della definizione di “città a misura d’uomo”. E’ una misura fatta da servizi ineccepibili e da strutture pubbliche efficienti. Questo fa si che Copenaghen sia, per chi ci vive e deve quindi pagare le tasse, una città molto costosa. I copenaghesi amano molto la loro città, le strade sono infatti, ampie e pulite, i giardini curati e l’aria rimane limpida grazie al tradizionale attaccamento dei cittadini di Copenhagen alla bicicletta che viene preferita alla macchina come mezzo di trasporto …

Un Parco Da Conoscere

di Sarah Tremonti

Per trascorre una vacanza insolita, a contatto con la natura, tra la bellezza di paesaggi incantati e l’aria pura della montagna, il Parco Nazionale dello Stelvio è una meta tra le più indicate.

Dal 1935 il parco è stato posto a tutela di una vasta area di grande valore ambientale che copre l’intero gruppo dell’Ortles-Cevedale, interessando le province di Sondrio, Brescia, Trento e Bolzano. La sua estensione di 134.620 ettari rende il Parco Nazionale dello Stelvio il più grande parco italiano e uno dei maggiori d’Europa.

Nel suggestivo conteso della montagna, il parco offre una eccezionale varietà di paesaggi, dai laghi naturali di formazione glaciale alle migliaia di ettari di foresta ricchi di flora, fauna ed elementi geomorfologici di grande rilievo.

Il Parco Nazionale dello Stelvio riesce a coniugare la conservazione di uno spazio naturale con lo sviluppo dei settori rurali, il rispetto delle tradizioni locali e un accurato invito al territorio a tutti i visitatori.

La Ortler Alpine Adventure, cogliendo a pieno lo spirito che caratterizza questo angolo di territorio, propone un programma all’insegna dell’avventura e della conoscenza della montagna nelle sue varie forme. Con l’ausilio di Guide Alpine Italiane, la Ortles Alpine Adventure organizza a partire dalla fine di giugno la stagione escursionistica ed alpinistica estiva con l’effettuazione di trakking, escursioni, itinerari alpinistici, traversate di alta montagna, stages alpinistici, acensioni varie.

Due le proposte del programma di soggiorno estivo: settimana escursionistica per gruppi famiglie e settimana escursionistica alpinistica. La prima tipologia ha come obiettivo la conoscenza delle bellezze naturali di S. Caterina Valfurva con itinerari che comprendono la visita della Val dell’Alpe e le sue forre, grotte e fenomeni naturali, la visione del ghiacciaio dei Forni e della Val Zebrù.

Il programma alpinistico è più indicato agli amanti delle escursioni e delle ascensioni e richiede …

Località Parma

PARMA

Città di aspetto moderno con un nucleo storico attraente e nobile, mantiene ancora oggi lo stile di una piccola capitale, come è stata per secoli, non solo per la grazia e la dignità del suo aspetto, ma anche per la naturale eleganza della vita che vi si svolge. La città ha conosciuto tre periodi storici particolarmente felici. Quello comunale (XI-XIII secolo) vide sorgere il Duomo, una delle maggiori creazioni dell’architettura romanica che conserva nella cupola una grandiosa composizione affrescata dal Correggio (1526-30), l’Assunzione della Vergine, e il Battistero romanico-gotico, ornato da rilievi e dodici statue, rappresentazioni dei mesi, in gran parte dell’Antelami.

Il secondo periodo (XVI secolo), in cui Parma divenne capitale del ducato dei Farnese, la vide abbellirsi di monumenti quali la chiesa della Madonna della Steccata o il Palazzo della Pilotta, sede oggi del Museo Archeologico Nazionale e della Galleria Nazionale, in cui, fra gli altri, sono esposti preziose opere di Cima da Conegliano (Madonna in Trono col Bambino e Santi), Leonardo (Testa di fanciulla), Correggio (Madonna di San Girolamo; affresco staccato con Madonna della Scala; Madonna della Scodella; Incoronazione della Vergine; Annunciazione), Parmigianino (Schiava turca; Autoritratto) Hans Holbein il Giovane (Erasmo da Rotterdam), El Greco (Guarigione del cieco), Sebastiano Ricci (Cincinnato; Ratto di Elena), Giovanni Battista Piazzetta (Madonna della Concezione).

Grandiosi affreschi del Correggio e del Parmigianino ornano la chiesa rinascimentale di S.Giovanni Evangelista; sempre del Correggio, gli splendidi affreschi (1518) della Camera di S. Paolo, nell’appartamento della badessa dell’omonimo monastero. Il terzo periodo (XVIII-XIX secolo), in cui regnarono Filippo di Borbone e soprattutto Maria Luigia, moglie di Napoleone, fu caratterizzato da un’intensa vita culturale e artistica vivificata da influssi francesi. Di quest’epoca è il Teatro Regio, di forme neoclassiche, uno dei più famosi d’Italia.

VINI

Vitigni raccomandati Uve bianche: Malvasia di Candia, Moscato bianco, Sauvignon. …

Top Gun Nei Cieli Di Mosca

di Marco Aurelio

Quanti di noi non hanno mai sognato di essere un Top Gun e di sfrecciare nel cielo ad una velocità supersonica? Quanti di noi vorrebbero passare una giornata indimenticabile a bordo di un veivolo militare e volteggiare nel cielo tra accelerazioni incredibili e virate mozzafiato?

Oggi questo sogno nel cassetto può diventare realtà grazie ad una iniziativa di Sport & Tempo Libero che nel suo catalogo presenta l’opportunità di salire su un caccia acrobatico tipo L-39 e di essere co-pilota a tutti gli effetti, intervenendo addirittura sulle manovre dell’aereo. Questa incredibile e affascinante possibilità è resa operativa per effetto di un accordo tra la I.A. Incredible Adventures che ha l’esclusiva della base aerea di Ramenskoje Zhukovsky, vicino Mosca e Sport & Tempo Libero che gestisce i soggiorni nella capitale russa.

La base aerea in questione è uno dei più avanzati centri di addestramento aerospaziale al mondo, qui hanno infatti collaudato sottomarini nucleari e jet militari, preparando gli astronauti ai viaggi spaziali. In questo suggestivo scenario da action movies , le emozioni sono alla portata di tutti i coraggiosi che desiderano cimentarsi in un volo ai limiti del reale, tra i colori del cielo e della terra che si consumano alla velocità di 900 km/h se non oltre e improvvisi sbalzi di quota che vengono controllati dalle speciali tute ignifuga che si gonfiano automaticamente ad ogni variazione di velocità. Sperimentare la manovra cobra con l’aereo che si alza diritto in cielo, si ferma e ricade all’indietro dispensando palpitazioni inenarrabili è un lusso concesso a tutti quanti hanno una grande voglia di avventura e una salute di ferro.

Al di là del costo del soggiorno a Mosca che dipende dalla categoria dell’albergo e dal periodo, la forte variabilità del prezzo è subordinato al tipo di veivolo che è stato …