Copenhagen Da Scoprire

Incontrare una città richiede la stessa predisposizione emotiva di quando si incontra una persona. Più la persona è sconosciuta, più si creano aspettative e visioni.

Così d’incanto, quando s’incontra Copenhagen, l’emozione viene stemperata dalla suggestione del nuovo e dal fascino riservato della leggerezza e della sorprendente ospitalità.

Sebbene si tratti di uno scenario del tutto nuovo rispetto al nostro paese, questa città nordica fa sentire subito a proprio agio. Sono probabilmente i colori brillanti, l’aria tersa e leggera o i volti concilianti e sorridenti dei danesi a rendere l’impatto con la città estremamente morbido e rassicurante.

Copenaghen, che in danese significa

“porto dei mercanti”

, è una città sorprendente. Costituita da vecchi quartieri, strade pedonali, piazze animate, monumenti magnifici, edifici ben preservati, castelli fiabeschi, negozi esclusivi, bar accoglienti viene, infatti, definita come il Mezzogiorno della Scandinavia. Grazie alla sua posizione insulare, che funge da cerniera tra la costa baltica dell’Europa centrale e la sponda meridionale svedese, Copenhagen è una città vivace e informale, piena di libertà, divertente e cosmopolita. E’ anche la più colta capitale scandinava con un’università vecchia di

5 secoli. Non a caso Copenhagen è stata nominata Capitale Culturale Europea

per il 1996.

Città efficientissima che basa sulle virtù civiche dei cittadini il proprio buon funzionamento e il livello di qualità della vita, Copenaghen può fregiarsi a pieno diritto della definizione di “città a misura d’uomo”. E’ una misura fatta da servizi ineccepibili e da strutture pubbliche efficienti. Questo fa si che Copenaghen sia, per chi ci vive e deve quindi pagare le tasse, una città molto costosa. I copenaghesi amano molto la loro città, le strade sono infatti, ampie e pulite, i giardini curati e l’aria rimane limpida grazie al tradizionale attaccamento dei cittadini di Copenhagen alla bicicletta che viene preferita alla macchina come mezzo di trasporto …

Un Parco Da Conoscere

di Sarah Tremonti

Per trascorre una vacanza insolita, a contatto con la natura, tra la bellezza di paesaggi incantati e l’aria pura della montagna, il Parco Nazionale dello Stelvio è una meta tra le più indicate.

Dal 1935 il parco è stato posto a tutela di una vasta area di grande valore ambientale che copre l’intero gruppo dell’Ortles-Cevedale, interessando le province di Sondrio, Brescia, Trento e Bolzano. La sua estensione di 134.620 ettari rende il Parco Nazionale dello Stelvio il più grande parco italiano e uno dei maggiori d’Europa.

Nel suggestivo conteso della montagna, il parco offre una eccezionale varietà di paesaggi, dai laghi naturali di formazione glaciale alle migliaia di ettari di foresta ricchi di flora, fauna ed elementi geomorfologici di grande rilievo.

Il Parco Nazionale dello Stelvio riesce a coniugare la conservazione di uno spazio naturale con lo sviluppo dei settori rurali, il rispetto delle tradizioni locali e un accurato invito al territorio a tutti i visitatori.

La Ortler Alpine Adventure, cogliendo a pieno lo spirito che caratterizza questo angolo di territorio, propone un programma all’insegna dell’avventura e della conoscenza della montagna nelle sue varie forme. Con l’ausilio di Guide Alpine Italiane, la Ortles Alpine Adventure organizza a partire dalla fine di giugno la stagione escursionistica ed alpinistica estiva con l’effettuazione di trakking, escursioni, itinerari alpinistici, traversate di alta montagna, stages alpinistici, acensioni varie.

Due le proposte del programma di soggiorno estivo: settimana escursionistica per gruppi famiglie e settimana escursionistica alpinistica. La prima tipologia ha come obiettivo la conoscenza delle bellezze naturali di S. Caterina Valfurva con itinerari che comprendono la visita della Val dell’Alpe e le sue forre, grotte e fenomeni naturali, la visione del ghiacciaio dei Forni e della Val Zebrù.

Il programma alpinistico è più indicato agli amanti delle escursioni e delle ascensioni e richiede …

Località Parma

PARMA

Città di aspetto moderno con un nucleo storico attraente e nobile, mantiene ancora oggi lo stile di una piccola capitale, come è stata per secoli, non solo per la grazia e la dignità del suo aspetto, ma anche per la naturale eleganza della vita che vi si svolge. La città ha conosciuto tre periodi storici particolarmente felici. Quello comunale (XI-XIII secolo) vide sorgere il Duomo, una delle maggiori creazioni dell’architettura romanica che conserva nella cupola una grandiosa composizione affrescata dal Correggio (1526-30), l’Assunzione della Vergine, e il Battistero romanico-gotico, ornato da rilievi e dodici statue, rappresentazioni dei mesi, in gran parte dell’Antelami.

Il secondo periodo (XVI secolo), in cui Parma divenne capitale del ducato dei Farnese, la vide abbellirsi di monumenti quali la chiesa della Madonna della Steccata o il Palazzo della Pilotta, sede oggi del Museo Archeologico Nazionale e della Galleria Nazionale, in cui, fra gli altri, sono esposti preziose opere di Cima da Conegliano (Madonna in Trono col Bambino e Santi), Leonardo (Testa di fanciulla), Correggio (Madonna di San Girolamo; affresco staccato con Madonna della Scala; Madonna della Scodella; Incoronazione della Vergine; Annunciazione), Parmigianino (Schiava turca; Autoritratto) Hans Holbein il Giovane (Erasmo da Rotterdam), El Greco (Guarigione del cieco), Sebastiano Ricci (Cincinnato; Ratto di Elena), Giovanni Battista Piazzetta (Madonna della Concezione).

Grandiosi affreschi del Correggio e del Parmigianino ornano la chiesa rinascimentale di S.Giovanni Evangelista; sempre del Correggio, gli splendidi affreschi (1518) della Camera di S. Paolo, nell’appartamento della badessa dell’omonimo monastero. Il terzo periodo (XVIII-XIX secolo), in cui regnarono Filippo di Borbone e soprattutto Maria Luigia, moglie di Napoleone, fu caratterizzato da un’intensa vita culturale e artistica vivificata da influssi francesi. Di quest’epoca è il Teatro Regio, di forme neoclassiche, uno dei più famosi d’Italia.

VINI

Vitigni raccomandati Uve bianche: Malvasia di Candia, Moscato bianco, Sauvignon. …

Top Gun Nei Cieli Di Mosca

di Marco Aurelio

Quanti di noi non hanno mai sognato di essere un Top Gun e di sfrecciare nel cielo ad una velocità supersonica? Quanti di noi vorrebbero passare una giornata indimenticabile a bordo di un veivolo militare e volteggiare nel cielo tra accelerazioni incredibili e virate mozzafiato?

Oggi questo sogno nel cassetto può diventare realtà grazie ad una iniziativa di Sport & Tempo Libero che nel suo catalogo presenta l’opportunità di salire su un caccia acrobatico tipo L-39 e di essere co-pilota a tutti gli effetti, intervenendo addirittura sulle manovre dell’aereo. Questa incredibile e affascinante possibilità è resa operativa per effetto di un accordo tra la I.A. Incredible Adventures che ha l’esclusiva della base aerea di Ramenskoje Zhukovsky, vicino Mosca e Sport & Tempo Libero che gestisce i soggiorni nella capitale russa.

La base aerea in questione è uno dei più avanzati centri di addestramento aerospaziale al mondo, qui hanno infatti collaudato sottomarini nucleari e jet militari, preparando gli astronauti ai viaggi spaziali. In questo suggestivo scenario da action movies , le emozioni sono alla portata di tutti i coraggiosi che desiderano cimentarsi in un volo ai limiti del reale, tra i colori del cielo e della terra che si consumano alla velocità di 900 km/h se non oltre e improvvisi sbalzi di quota che vengono controllati dalle speciali tute ignifuga che si gonfiano automaticamente ad ogni variazione di velocità. Sperimentare la manovra cobra con l’aereo che si alza diritto in cielo, si ferma e ricade all’indietro dispensando palpitazioni inenarrabili è un lusso concesso a tutti quanti hanno una grande voglia di avventura e una salute di ferro.

Al di là del costo del soggiorno a Mosca che dipende dalla categoria dell’albergo e dal periodo, la forte variabilità del prezzo è subordinato al tipo di veivolo che è stato …

Wyoming: Un’america Tutta Da Scoprire

di Mark Perna

Il Wyoming è uno degli stati americani più suggestivi ed emozionanti anche se non rientra nelle mete consuete del turismo di massa. Su una superficie complessiva di 253.326 kmq, si estende uno scenario incantevole fatto da un cielo imperioso che si confonde all’orizzonte, interrotto solamente dalle nuvole e dalla natura selvaggia. Uno stato che mantiene ancora le tradizioni dei vecchi indiani e dei mitici cow-boy, un angolo incontaminato dove l’uomo è messo in minoranza da una natura dominante, basti pensare che la densità per kmq è di soli 2 abitanti e che ci sono molti più cervi e antilopi che esseri umani.

L’indiscussa attrazione del Wyoming, motivo di orgoglio e di vanto è lo spettacolare Parco Nazionale di Yellowstone, il primo parco nazionale al mondo, inaugurato nel 1872. Tra i motivi che attirano in questo parco oltre 2,8 milioni di visitatori ogni anno, ci sono sicuramente i 10.000 fenomeni termali come il famoso Old Faithful Geyser, che ogni 40-70 minuti circa emette un getto di acqua e fango bollente ad una altezza di circa 40 metri. Ma le attrazioni naturali del Yellowstone non si esauriscono con i geyser, il parco è infatti un sorprendente riserva dove si aggirano indisturbati orsi, coyote, alci, wapiti, cervi, bisonti, falchi pescatori e grandi aquile.

A far concorrenza allo Yellowstone poco a sud da questo si erge il Parco Nazionale Grand Teton che prende il nome dall’omonima catena montuosa. Questo parco è una versatile località per molte tipologie di turismo, qui si può infatti decidere di intraprendere una piacevole passeggiata in montagna, fare del campeggio, o cimentarsi in escursioni a cavallo, in motoslitta o su racchette da neve. Per entrare nello spirito del luogo vi consigliamo di soggiornare in uno dei ranch di accoglienza seminati nel parco.

A poco più di cinque …

Cina

In Cina, nella culla della civiltà

Un viaggio di 19 giorni per conoscerecon un Paese lontano e per molti versi ancora misterioso. Da Pechino a Hong Kong, il Touring propone un itinerario per visitare il leggendario Catai di Marco Polo.

Mondi millenari è il nome del viaggio Touring che vuole portare i soci a scoprire una terra lontana, dalle tradizioni plurisecolari, quale la Cina. Il Catai dell’immaginario collettivo, segnato irrimediabilmente dalle imprese di Marco Polo.

L’itinerario di 19 giorni ha inizio da Pechino, che si può visitare in due giorni, prendendosi tutto il tempo necessario per apprezzarne i tesori.

Poi è la volta di Nanchino e, il sesto giorno, di Wuxi, dove si possono ammirare il giardino Li e il parco Xihui. Nel pomeriggio, dopo tre ore di battello lungo il Gran canale, si arriva a Suzhou, visitabile la mattina seguente. Gemellata con la Serenissima perchè conosciuta come “la Venezia d’Oriente”, la città è stata fondata, secondo alcuni studiosi, con tutta probabilità nell’XI secolo a.C., ed è conosciuta da sempre come il paese dei ricami di seta. Verso sera, trasferimento a Hangzhou.

L’ottavo giorno è dedicato proprio alla visita di questa città , definita da Marco Polo “la più nobile del mondo” e rinomata per i giardini, i canali, i ponti e i templi. L’indomani, partenza per Shanghai, che si vede nel pomeriggio e nel corso della mattinata successiva; ci si trasferisce poi a Xi’an, nodo cruciale della Via della Seta, ancora permeata del fascino del suo glorioso passato. Due intere giornate sono per questa località , capoluogo dello Shaanxi, dove si partecipa allo spettacolo Tang Dynasty.

Il tredicesimo e il quattordicesimo giorno, trasferimento e visita di Guilin; i due seguenti, Canton. La mattina del diciassettesimo giorno, partenza in battello per Hong Kong, lungo il delta del Fiume delle Perle; …

Lungo La Gta Dall

a cura di Benedetta Corneo

Percorsi consigliati

Alpi, Appennini, vette ed altipiani: in Italia ci sono montagne per tutti i gusti. Sempre più turisti scelgono mete montane per ammirare le cime che si ergono al cielo, gli immensi prati, gli ombrosi boschi di conifere, i colori tersi dell’alta quota, gli odori della natura incontaminata, il suono dell’acqua che scorre con vorticosa allegria.

Le Alte Vie permettono di godere tutto questo per più giorni, senza mai incrociare automobili o insediamenti cittadini. Sono infatti sentieri che si snodano per lunghe percorrenze divisi in tappe, per permettere all’escursionista di pernottare nei rifugi in quota, senza dover scendere a valle. Ogni tappa, generalmente, prevede 4-8 ore di cammino, di minore o maggiore difficoltà. Dunque l’Alta Via è consigliabile a chi ha un certo allenamento, senza tralasciare il fatto che alcuni percorsi sono più impegnativi e destinati agli esperti, mentre ce ne sono molti altri, che per difficoltà e sforzo fisico richiesto, sono un po’ alla portata di tutti. Nei rifugi si incontrano sempre più comitive di giovani alle prime armi ed anche intraprendenti gruppi familiari.

Gli escursionisti in erba possono iniziare con Alte Vie prive di difficoltà, come per esempio la GTA dall’Argentera al Monviso, la via dei Monti Lariani ed i numerosi percorsi appenninici (questi ultimi in particolare sono privi di grandi difficoltà tecniche, ma presentano qualche problema di orientamento. E’ indispensabile munirsi di bussola e carte dettagliate). Gli appassionati possono invece cimentarsi con le Alta Vie della Valle d’Aosta, delle Dolomiti e della Val Malenco. Qui vi sono tratti più facili, ma anche tappe lunghe e faticose e qualche strada ferrata, dove è indispensabile l’utilizzo di imbracature. Coloro che amano l’avventura, possono decidere di inoltrarsi nelle zone impervie della Barbagia (Sardegna) o lungo gli assolati sentieri dei Monti di Sicilia.

La scelta, …

Avventure Di Volo Radiocomandato In Umbria

di Marco Aurelio

La scuola di volo radioguidato L’Airone di Perugia, offre una interessante vacanza all’insegna del divertimento ma soprattutto dell’apprendimento delle tecniche e dei segreti del volo radioguidato. La scuola è la prima in Italia ad offrire soggiorni secondo la formula tutto compreso , scuola più soggiorno e intrattenimento, nello splendido contesto dell’Umbria, regione da sempre ricca di tradizione e fascino.

La garanzia di imparare tutto quello che necessita per diventare un pilota provetto è nell’esperienza del fondatore di questa iniziativa, Marco Ceccarelli, già campione nazionale di questa specialità e componente della Squadra Italiana ai campionati del Mondo di Lommel in Belgio e di St. Luis negli Stati Uniti. I Corsi di durata settimanale prevedono l’apprendimento del pilotaggio di aeromodelli sotto la guida di istruttori qualificati. Un metodo razionale di insegnamento, basato principalmente sulla sicurezza, con impiego di trasmettitori computerizzati di cui saranno dotati sia l’istruttore che l’allievo, e l’utilizzo di aeromodelli speciali appositamente preparati dal volo lento e di grande autonomia, permetteranno un apprendimento veloce e sicuro in doppio comando. Ad ogni istruttore sarà affidato un numero ristretto di allievi. I corsi inizieranno la domenica pomeriggio (giorno dell’arrivo) alle ore 17,00 e proseguiranno dal lunedì al sabato con il seguente orario: dalle ore 9,00, alle ore 12,00 e dalle ore 16,00 alle ore 19,00.

Quest’anno la scuola avrà sede a San Terenziano, a pochi chilometri di distanza da Todi. La residenza degli allievi e dei possibili accompagnatori è prevista presso Hotel dei Pini, situato su un altipiano a 600 metri di altezza, immerso in una vastissima pineta, proprio nel cuore della verde Umbria. L’organizzazione di questo iniziativa ha previsto la possibilità di effettuare alcune escursioni per conoscere le attrazioni artistiche e culturali delle città umbre. Inoltre sono disponibili per il divertimento dei partecipanti al corso, animazioni serali, tennis …

Hotel Shiandrani

Touring Club Italiano

Adagiata tra la catena del Lagorai e il gruppo dolomitico del Latemar, la Val di Fiemme è l’entrata maestra nel fantastico e leggendario mondo delle Dolomiti. All’uscita di Ora sull’autostrada del Brennero, attraversando boschi e abetaie, in poco più di mezz’ora si raggiunge un’ampia e soleggiata valle dove il paesaggio si fa più ampio e prende respiro. Qui, ai piedi dell’Alpe di Pampeago, abbiamo trovato quello che ci piace: una terra accogliente per antica tradizione e per naturale disposizione della sua gente, che conserva ancora il fascino incontaminato dei luoghi dove il turismo è vita e non scempio della natura.

Un impareggiabile comprensorio sciistico. La Val di Fiemme con i suoi 50 impianti di risalita all’avanguardia e 140 chilometri di piste, dotate d’innevamento programmato, è associata al Superski Dolomiti.

L’Alpe di Pampeago, collegata ad Obereggen, offre agli appassionati di sci alpino fantastiche discese di ogni grado e difficoltà; ma non basta, per gli amanti dello sci nordico basti ricordare che nel 1991 i Campionati Mondiali si svolsero in Val di Fiemme: un’ampia scelta di itinerari per 150 chilometri di piste.

A metà strada tra Tesero e l’Alpe di Pampeago, l’hotel accogliente e confortevole è di recente costruzione.

Una particolare riduzione del 10% sul prezzo del soggiorno è riservata ai Soci TCI

che prenotino presso i nostri Uffici o le Agenzie di Viaggio convenzionate.

Mai abbandonati a Voi stessi. Cortese ed efficiente, la nostra assistenza in loco si occuperà sempre di Voi, per rendere più piacevole ed entusiasmante il Vostro soggiorno.

A vostra disposizione…

Ristorante: situato al primo piano dell’albergo, si affaccia sullla vallata. Offre cucina internazionale e tipica con scelta di menù e colazione a buffet.

Bar: ampio e caratteristico salone soggiorno-bar con “stube”. Un suggestivo angolo dove sorseggiare un “drink” ascoltando musica.

Centro benessere: un grande …

Peru’

Il fascino del Perù

Tre proposte di itinerari pensati apposta per chi vuole assaporare una vacanza davvero su misura. Un percorso classico, uno che punta sull’etnografia, uno più naturalistico: per un viaggio tutto speciale.

Ben tre sono le proposte di viaggi Touring per scegliere un percorso di visita del Perù.

La prima, Il grande viaggio, prevede un tour completo di 16 giorni, di grande varietà geografica e culturale, che va dal deserto costiero alla foresta amazzonica, dalle cime dei vulcani all’altopiano andino, dai villaggi indios alle rovine inca. Cuzco, da cui parte il noto treno, il sito archeologico di Machu Picchu, ovvero la città perduta degli Incas, la Bolivia di Copacabana, le chiese intorno al lago Titicaca, le bianche costruzioni di Arequipa, sono solo alcune delle tante località di cui è prevista la visita.

Il secondo viaggio, battezzato La terra dei mille colori e pensato in chiave più segnatamente etnografica, si snoda per 13 giorni, passando, tra l’altro, dal blu del lago Titicaca alle tonalità sgargianti dei mercati tradizionali, per finire con il mistero dei giganteschi disegni di Nazca, ancora oggi privi di una spiegazione.

Il terzo, Scenari andini, è un viaggio di 16 giorni in cui non mancano le mete più famose, quelle che rendono il Perù un luogo di ineguagliabile bellezza. é pensato apposta per coloro che desiderano scoprire il lato più naturalistico del Paese, visitando le Isole del giaguaro, pampas Caleras (la riserva di vigogna più estesa dell’America latina), il Canòn del Colca e la straordinaria foresta amazzonica.

. Tutte le partenze

Il grande viaggio: viaggio di 16 giorni. Partenze: 25 marzo e 19 aprile da Milano con Iberia. Quota individuale di partecipazione a partire da 5.580.000 lire.

La terra dei mille colori: viaggio di 13 giorni. Partenza: 26 aprile da Milano e Roma con Iberia; quota …

Tciealitalia

MODALITA’ DI ISCRIZIONE

La prenotazione dei tre week end e il pagamento dell’intero pacchetto dovranno avvenire contestualmente. L’offerta è valida per i Soci del T.C.I.

La tariffa aerea “dedicata” prevede che ogni volo di ritorno non possa essere effettuato prima della domenica ed è inoltre subordinata alla disponibilità di posti sui voli Alitalia delle classi richieste. Pertanto la conferma della prenotazione dei tre week-end, avverrà dopo la verifica della disponibilità dei voli e degli alberghi. Ad avvenuta conferma il Socio riceverà i biglietti aerei per i voli richiesti, i vouchers relativi ai servizi alberghieri e quanto compreso nella quota di iscrizione. Il cambio data dei voli prenotati implica una penale del 25% (L. 120.000/150.000) per ogni week-end. Non sono consentiti cambi nomi per i biglietti aerei.

ALBERGHI PREVISTI

Amsterdam : Hotel Tulip Inn (cat. 3 stelle) o similare – albergo nelle vicinanze del centro , dispone di camere con servizi privati, telefono, TV. Barcellona : Hotel Balmes (cat. 3 stelle) o similare – albergo nel cuore della città, vicino al centro commerciale , dispone di camere con servizi privati ,telefono, TV, mini bar e cassaforte Dublino : Hotel Burlington (cat. 3 stelle) o similare – albergo a pochi minuti dal centro, dispone di camere con servizi privati, telefono, TV e radio. Lisbona : Hotel Executive Inn (cat. 3 stelle) o similare – albergo situato nella nuova area commerciale a cinque minuti dal centro con camere dotate di servizi privati, telefono, TV, radio. Londra : Hotel Kensington Plaza (cat. 3 stelle) o similare – albergo situato in Knightsbrige dispone di camere con servizi privati, telefono, TV e radio. Madrid : Hotel Tryp Rex ( cat. 3 stelle) o similare – albergo centrale sulla Gran Via dispone di camere con servizi privati, telefono e TV. Parigi : Hotel Alexandra (cat. 3 stelle) …

Città Del Capo

La provincia del Capo, la provincia più grande del Sud Africa, è favorita da propizie condizioni climatiche, dalla posizione geografica, ma ciò che rende la provincia più famosa è la bellezza del suo territorio. La provincia presenta paesaggi e climi diversi, si possono infatti trovare vaste ed affascinanti spiagge, zone semi-desertiche ed altissime montagne, ma la zona è resa ancor più affascinante da una flora molto ricca e diversificata a seconda delle zone e da una fauna del tutto particolare.

Città del Capo: grazie alla vastità del suo territorio la provincia si può suddividere in tre ulteriori province: la Western Cape, il Northern Cape ed infine l’Eastern Cape.

Nella zona del Western Cape, è possibile visitare Città del Capo, una delle città più belle del mondo, qui si ritrova un vero e proprio miscuglio di stili architettonici, che riflettono il gusto del passato ma anche le esigenze più funzionali del ventesimo secolo.

La città è ricca di edifici vittoriani oggi conservati ancora meravigliosamente, stradine con pavimentazione in acciottolato, moschee e abitazioni dal tetto piatto e dalle bellissime tinte pastello. La città offre al visitatore molte possibilità di divertimento, musei, bellissimi negozi ed infine caratteristici e sofisticati ristoranti che allettano i buongustai e gli amanti del divertimento

Il Northern Cape si presenta come una zona aridissima, una delle zone meno popolate del paese, la provincia è importantissima per la sua ricchezza agricola, e questa e favorita dalla presenza del fiume Orange e del suo affluente Vaal.

Nella parte più settentrionale della provincia si trova il Parco Nazionale Kalahari Gemsbok, un parco stupendo dove non sono moltissime le specie vegetali ma si ritrovano soprattutto bellissimi animali, leoni, iene, leopardi, che rendono il parco un vero paradiso terreno.

Qui sorge la città di Kimberly, oggi la capitale mondiale dei diamanti, il primo diamante …

Repubblica Dominicana

Luoghi di interesse artistico:

Fermo restando che probabilmente l’attrazione principale della nazione è costituita dalle sue bellissime spiagge, non mancano altre interessanti opportunità per approfondire la conoscenza di questa incredibile terra. Per chi ama la natura, la Repubblica Dominicana gestisce con molta accuratezza il sistema dei parchi nazionali, i principali sono: Il Parco storico di La Vega, il Parco Archeologico de La Isabela, Il Parco Nazionale del Este, Armando Bermudez, José del Carmen Ariza, Isla Cabritos, Los Haities, Sierra de Bahoruco e il più grande del paese, il Parco Montecristi y Jaragua.

Data l’estensione dell’isola e le numerose città sparse su tutto il territorio è difficile procedere in modo sintetico. Se Santo Domingo racchiude in una splendida cornice moltissime testimonianze storiche, artistiche e culturali (si veda la scheda della città) vale la pena di segnalare alcune altre perle. San Cristobal è la città natale di Trujillo, qui potete ammirare il suo museo e la Cattedrale della Vergine de Altagracia. Da non perdere il complesso turistico di Casa de Campo, a 110 Km da Santo Domingo. Qui si può raggiungere facilmente il villaggio di Altos de Chavon dove si possono visitare il Museo Archeologico e la Galleria d’arte. Da non perdere il Forte San Felipe di Puerto Plata dove nel 1844 fu rinchiuso Juan Pablo Durante. Sempre nella splendida città è possibile vedere il museo dell’Ambra, la celebre resina che si trova in quantità sull’isola. La gita culturale dovrebbe continuare con la visita degli scavi archeologici della prima città costruita da Colombo nel Nuovo Mondo: quella de La Isabela. Bello è anche il santuario del Sacro Cerro dedicato alla Vergine della Misericordia a La Vega. A Santiago de Caballeros, la seconda città dell’isola, si possono vedere il Museo del Tabacco, di Arte Folcloristica e della Villa de Santiago. Merita un ricordo …

Vacanza Da Sogno

Posizione:

Direttamente affacciato su un mare cristallino, in posizione panoramica e isolata, dista circa 6 Km. dal porticciolo di Patitiri e 10 Km. dal vecchio e tipico paese di Chora. La struttura presenta una conformazione “a terrazze”: le villette sono situate attorno alla zona dei servizi comuni e alla “Piazzetta” e sono raggiungibili tramite scalinate, che scendono fino alla spiaggia di piccoli ciottoli.

Struttura:

E’ caratterizzata da una tipica conformazione a “terrazze”: le villette sono situate attorno alla zona dei servizi comuni e alla “Piazzetta”, e sono raggiungibili tramite scalinate (distanza massima dalle villette alla “piazzetta” circa 200 metri).

Servizi comuni:

Il buffet per la prima colazione, il pranzo e la cena viene allestito nel ristorante in posizione panoramica sul mare; su prenotazione, è possibile scegliere di consumare la cena presso la taverna greca. Bar nella zona piscina.

Piscina con acqua di mare, campo polivalente per attività sportive, sala TV con ricezione di canali italiani, sala di proiezione film con aria condizionata, anfiteatro per spettacoli di animazione, discoteca, bazar; servizio navetta da/per il porticciolo di Patitiri (serale, a orari prefissati), servizio medico due volte a settimana. Cassette di sicurezza alla reception (a pagamento).

Camere:

107 totali, di cui 97 per 2 o 3 persone, e 10 per 2 adulti con 2 bambini, più spaziose, dotate di 2 letti singoli e 1 letto a castello. Tutte le camere dispongono di veranda o balcone, servizi privati, telefono e ventilatore a soffitto.

Bambini:

Il miniclub, per bambini da 3 a 12 anni, è in funzione dalle 9.30 alle 12.00 e dalle 16.30 alle 18.30, sotto la costante assistena di una animatrice italiana.

In collaborazione con l’associazione “Animal Nature and Conservation Fund”, è inoltre previsto un programma di educazione ambientale per adulti e bambini.

Sport, animazione e divertimenti:

Compresi nella quota: piscina con acqua …

Cose Nuove A Castel Maggiore

È stata presentata l’altra sera a Castel Maggiore la Lista civica Cose Nuove’. La nuova formazione nasce dalla libera aggregazione di cittadini provenienti da percorsi politici e culturali diversi, uniti dal comune impegno di trovare una risposta concreta ai numerosi problemi del territorio. Leader dello schieramento, che si tira fuori delle normali classificazioni politiche, è Francesco Bestetti, 53 anni e insegnante di lettere presso la scuola media di Castel Maggiore. Presenti in lista, in ordine alfabetico: Giovanna Battistini, 39 anni, insegnante d’inglese; Annalisa Bondì, 24 anni, studentessa; Sergio Bonfiglioli, 57 anni, pensionato, ex consigliere, ex assessore al commercio e alle attività produttive e segretario locale del Pci dal 75 al 77; Stefano Borsari, 32 anni, imprenditore e consigliere comunale uscente; Carlo Antonio Caranza, 49 anni, manager d’impresa e docente di marketing presso l’Università di Genova; Giovanni De Vita, 42 anni, imprenditore; Maria Adelia Frigerio, 45 anni, pensionata impegnata sul fronte del volontariato; Sandra Fustini, 42 anni, libera professionista; Moira Mazzini, 33 anni, impiegata tecnica; Ivan Olmi, 27 anni, studente; Fabrizio Passarini, 26 anni, ricercatore universitario e presidente dell’associazione Cose Nuove’; Enrico Pizzi, 35 anni, commerciante; Luca Prodi, 33 anni, docente universitario e consigliere comunale uscente; Francesca Rossetti, 29 anni, sociologa e coordinatrice del gruppo artistico La Matita’; Angela Russo, 31 anni, impiegata amministrativa; Marco Tagliavini, 34 anni, ingegnere; Romano Tolomelli, 56 anni, commerciante, vice presidente dell’Ascom di Castel Maggiore e vice presidente della Pro Loco; Ivo Valentini, 50 anni, agente di commercio; Daniela Volta, 38 anni, insegnante; Barbara Zucchini, 40 anni, imprenditrice. “Siamo la riproposizione di una lista civica che si presentò già quattro anni fa. La formazione è costituita da un nucleo storico che si è ulteriormente arricchito spiega Borsari Le nostre origini partono dal mondo del volontariato e da quello cattolico anche se abbiamo sempre rifiutato qualsiasi etichetta. …